CONDIVIDI
Ciao ciao Mela!

Siete pronti a vedere un PC assemblato che a metà prezzo, batte il Mac Pro?

Presentazione

Nel mercato odierno, possiamo distinguere 3 tipi di prodotti sul settore desktop: i Mac di Apple, i preassemblati e i computer assemblati. Due di questi, seppur stando sulla stessa categoria informatica, hanno un problema, il rapporto prezzo/prestazioni. I primi sono i Mac hanno un costo rispetto all’ HW spropositato (ad esempio il Mac Pro), però hanno dalla loro parte una migliore ottimizzazione dovuto al S.O. proprietario (potremo parlare ora e fare un intero articolo su hackintosh, però per sto giro sorvoliamo). Il secondo tipo di PC desktop è il pre assemblato, che montano componenti molte volte di fascia alta, molto spesso hardware superiore alla contro parte della mela, ma essendo costruiti da aziende (leggi Asus, Alienware, HP….) hanno prezzi pompati rispetto all’ HW che comprano.

Passiamo poi all’ultimo tipo di desktop, il PC assemblato; questo tipo di pc viene costruito ad hoc sul tipo di utilizzo componente per componente. Quindi abbiamo una totale libertà su cosa montare. L’immagine che viene vista di solito di un PC assemblato è quella di una postazione da gioco, ma la postazione che vi porto oggi, è indirizzata prima al lavoro, poi anche al gioco. Stiamo infatti parlando di una postazione costruita per poter lavorare in maniera ottima su un gran numero di foto e video.

Il Mac Pro Killer!

 

Componenti

Dal punto di vista dei componenti troviamo hardware di fascia alta, prima di tutto il processore, l’ i7 6950x ovvero l’ex top di gamma di casa Intel, overclockato che arriva ad una frequenza di 4.3 GHz su tutti i core con HT attivo, con un totale di 20 threads. Il processore viene dissipato da un ottimo aio, il Thermaltake Water 3.0 240 riing, un dissipatore a liquido aio con due ventole da 120 della TT in versione RGB.

G1 by Gigabyte

La scheda madre di questa build è una Gigabyte G1 X99 Ultra Gaming, socket 2011-v3 con supporto alle memorie NVMe, 10 prese sata più 2 u.2, supporto alle schede m.2 wifi, 4 PCIe 16x e prese USB 3.0 e 3.1. Inoltre, essendo dotata di LED, tramite l’applicazione Ambiente LED si possono gestire in tutte le loro colorazioni essendo RGB.

L’aio permette al potente i7 di “stare al fresco”

 

Componenti II

Il PC monta poi 4 banchi (8 è il limite delle X99) di ram DDR4 Kingston Hyper X da 8GB l’uno per un totale di 32 GB, ram che ha frequenza di 2666 MHz tramite profilo XMP.  Come scheda video abbiamo una Nvidia Geforce GTX 1070 a liquido che viene dissipata tramite il kit di NZXT, il kraken G12 importato direttamente dagli USA, in quanto all’acquisto non era disponibile in Italia.

I componenti in bella vista, non come sul Mac Pro

Il G12 permette di raffreddare la GPU tramite un dissipatore aio, qui si è optato per un’altro Thermaltake Water 3.0 240 riing (comunque qui i vari aio compatibili) e permette inoltre l’alloggio di una ventola da 92mm per poter raffreddare le memorie della GPU. La ventola in questione è una Noctua NF-A9 che arriva fino a 2000 g/min, permettendo quindi un gran flusso d’aria.

Kraken G12, tt 3.0 e la ventola Noctua

 

Componenti III

Per l’archiviazione e il S.O. troviamo due dispositivi diversi, un HDD da 4TB Seagate Barracuda per il flusso di lavoro più i giochi, per il sistema operativo vi è invece un ssd NVMe di Samsung, il 960 EVO da 250 GB. Per alimentare il tutto si è scelto un Thermaltake toughpower 650w con classe 80+ gold, un ottimo alimentatore totalmente modulare che monta per dissipare il calore una ventola riing da 140mm RGB. Come ultimo componente, abbiamo il case, il Thermaltake Core P5, una sorta di testbench ma in verticale, dal formato mid-tower e dall’ottima apparenza estetica.

Il potente ed efficente Toughpower 650W

 

Monitor

Per lavori di grafica, e comunque qualche gioco, come monitor vi è un Dell u2715h, un ottimo monitor adatto ai lavori di grafica, ma adattabile anche al gaming, con un pannello 2560×1440 @60 Hz. Ottimo soprattutto per il suo pannello opaco, che rende i lavori di grafica ben visibili e anche al suo profilo colore selezionabile da Photoshop nativamente.

Dell U2715H, con pannello 2K opaco
Sistema operativo e Software

Il sistema operativo è Windows 10 build 1703, ovvero l’ultima versione di Microsoft del suo sistema operativo, usata insieme ad una serie di programmi per lavoro e anche per giocare. Dal punto di vista professionale troviamo Sony Vegas, Adobe Photoshop e Lightroom ed infine il software TimeLapse Tool. I giochi, sono pochi ma buoni, vi sono infatti solamente 3 giochi: GTA 5, Battlefield 4 ed infine Battlefield 1.

Prestazioni

Inutile avere un pc del genere e usarlo per andare solo su Chrome no? Lo abbiamo testato su un paio di giochi e i risultati sono stati ottimi, siamo riusciti ad ottenere 60 fps stabili su Battlefield 1, 60 fps (un po’ instabili) su GTA V, tutto quanto in 2560×1440.

Ready to game or to work?

Dal punto di vista professionale abbiamo invece visto che si tratta di un ottima macchina da lavoro, dando una fluidità di lavoro impressionante anche su Photoshop con un sacco di livello da gestire e sul rendering di un paio di timelapse e esportazione e applicazioni delle modifiche di Lightroom. Il proprietario ci ha poi informato che a breve dovrebbe arrivargli un’altra 1070, per cui farà uno SLI di 1070 per ottenere un po’ di performance lato GPU in più.

In qualsiasi situazione, le temperature stanno sempre a bada graie ai due aio by Thermaltake

Considerazioni finali

Alla fine dei test e delle varie prove, ci chiediamo se a questo punto valga veramente la pena prendere una workstation di Apple per lavori di grafica, dato che confrontando le prestazioni di questa macchina, possiamo dire che sia pare ad un Mac Pro da ben 9000€ (avete letto bene, 9000€). Dal punto di vista videoludico ci sentiamo di dirci che secondo noi un processore del genere in gaming ha un rapporto prestazioni/prezzo il cui gioco non vale la candela. Se doveste avere tanti soldi da spendere vi consigliamo di puntare molto di più sul lato schede video, ma per il resto, rimane un ottima macchina di lavoro/gioco!

Il Core P5 e i suoi componenti visti di profilo

 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui